La coperta fatta a punto “pagnotta” ovvero punto nocciolina (puff stitch)

Immagine

E fu così che non molto tempo dopo scoprii che il punto “pagnotta” altro non era che il punto nocciolina, un punto di grande effetto e piuttosto semplice da realizzare anche perché lascia molta libertà. Le coperte nella foto di questo post sono state realizzate con questo punto. Ecco come crearle:

Occorrente:

lana: quella che preferite (per quella verde ho lavorato con due gomitoli contemporaneamente perché il filato che avevo era troppo sottile. 2 gomitoli slim da 50 g. ciascuno)

Uncinetto: n. 5

Avviare un numero di catenelle pari alla larghezza che volete dare alla vostra coperta.

prima riga: lavorare a maglia bassa. Chiudere la riga, girarsi.

Seconda riga: montare una catenella. Fare nella prima maglia una mezza maglia alta. Per le successive procedere in questo modo: gettare il filo, inserire l’uncinetto nella maglia, tirare il filo, gettare di nuovo il filo, inserirlo nella STESSA maglia, ritirare il filo. A questo punto caricate il filo e chiudete insieme questo gruppo di maglie alte. Se la nocciolina vi sembra un po’ piccola, aumentate il numero di maglie alte da inserire in ciascuna maglia. Lavorate cosi per tutta la riga. Nell’ultima maglia invece farete una mezza maglia alta (caricate il filo, inserite l’uncinetto nella maglia, tirate il filo, chiudete) e vi girate.

Nota bene: se le noccioline vi sembrano troppo attaccate. Potete lavorare le noccioline una maglia si ed una no.

image

terza riga: una catenella, una mezza maglia alta nella prima maglia e poi lavorate una nocciolina per ciascuna maglia successiva. (Le noccioline vi verranno alternate). Ultima maglia della riga: una mezza maglia alta, vi girate, una catenella e così via per il numero di righe che più vi piace.

Quando sarete soddisfatte della grandezza della vostra coperta, chiudete con l’ultima riga a maglia bassa e  infine chiudete il lavoro.

Rifinite i bordi come più vi piace. Per esempio una delle tante coperte che ho fatto l’ho rifinita con il punto conchiglia.

Ecco lo schema per chi ha più dimestichezza:

avviare un numero di cat. pari alla larghezza che si vuole dare alla coperta.

riga 1: lavorare a mb. Girare.

riga 2: 1 cat. Lavorare 2 ma in ciascuna maglia (a punto nocciolina)  fino alla penultima maglia. Lavorare l’ultima a mma. Girare.

riga 3:  1 cat. Lavorare mma nella prima maglia e punto nocciolina per tutte le altre maglia. Lavorare l’ultima a mma. Girarsi.

Rip riga 3 per tutta la lunghezza che si vuole dare alla coperta.

Ultima rig: mb. Chiudere il lavoro.

Rifinire i lati a punto conchiglia.

Al prossimo post e buon crochet a tutte!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...